ponteacco
Ricerca News per Anno
ponteacco  

09/10/2019 :

Campagna verso città (2/2). Tenendo presente le caratteristiche sociali dell’habitat, la comunità di paesi come Ponteacco era una cellula essenziale per le relazioni sociali. Il paese era il centro della pratica religiosa ed è testimoniata dai nostri registri ereditati dalla Fabbriceria. Era la base per un sistema di tassazione ancora rudimentale, sia statale che religioso. Era la cornice dell’attività economica e, se vogliamo, anche di una primordiale forma di difesa, distanziata mille miglia dal sistema delle cinte murarie di Cividale o Udine, con le sue porte che si chiudevano sul far della sera, con le torrette di guardia. Il contado sia esso valligiano o di pianura, doveva difendersi da solo, aperto alle incursioni di bande, di squadracce, di eserciti. La cosiddetta “sapienza” popolare che scorre da secoli non ha fatto molto per emancipare i contadini. Scorreva come un grande fiume, il fiume della tradizione orale che ha sempre tracciato una separazione precisa tra città e campagna: mangiare il città e cagare in campagna -ci scusiamo per il francesismo che riportiamo per esteso così come trascritto in varie fonti storiche. La distinzione tra cittadino e contadino è sopravvissuta fino a pochi decenni fa. Secondo gli osservatori del tempo, il tenore di vita dei centri urbani era diverso da quello della campagna, diverso il vestire, il parlare, il mangiare e pure il camminare!

mezzana
mezzana
tiglio
tiglio
 
home storia e attualità statuto eventi opinioni gallery webcam foto settimana meteo contatti video