ponteacco
Ricerca News per Anno
ponteacco  

08/11/2018 :

L'antica strada (2/2). La Sava a sua volta costituiva una connessione fluviale con il Danubio e i suoi affluenti degni di nota quali il Tibisco (Ungheria) e la Drava. Si commerciava di tutto, soprattutto le spezie da Venezia, l’ambra dal centro Europa. Erano popolari anche le grandi fiere e mercati, da una e dall’altra parte delle Alpi. Il viandante tipico che transitava la strada che dopo secoli e secoli sarebbe diventata la “Statale 54” si muoveva di giorno e si fermava in ripari ben conosciuti di notte. Il viaggio di gruppo consentiva maggior sicurezza nell'affrontare il percorso. In quest’ambito di spostamenti sono sorte moltissime storie che hanno lasciato la loro traccia fino ai giorni nostri. Una consistente percentuale di viaggiatori era costituita da pellegrini che, generalmente in gruppo, raggiungevano i principali luoghi di culto, primo fra tutti Aquileia, sede del Patriarcato. Tra le mete del pellegrinaggio dei viandanti c’era anche Castelmonte, dove sembra che gli ultimi barbari abbiano portato lassù segni della loro fede e della loro devozione in un contesto nel quale il culto mariano s'intrecciava con quello di San Michele arcangelo (la cripta del Santuario è dedicata, infatti, all'Arcangelo guerriero). I nostri si recavano a venerare la Madonna di Mariazell (Stiria), uno tra i santuari più importanti d’Europa. Non dimentichiamo che i tribunali spesso infliggevano la condanna dell’obbligatorietà di un pellegrinaggio quale espiazione della pena. Tra i pellegrini illustri di Mariazell, in questi ultimi periodi, si annoverano San Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

mezzana
mezzana
tiglio
tiglio
 
home storia e attualità statuto eventi opinioni gallery webcam foto settimana meteo contatti video