ponteacco
Ricerca News per Anno
ponteacco  

07/11/2018 :

L'antica strada (1/2). Il gruppetto di case sorte attorno all’antico monastero, che costituivano il cuore del nostro paese, erano servite da una strada parzialmente carrozzabile. Fino a “Villa di Ponteglaco” la strada era percorribile da rudimentali mezzi di trasporto trainati da cavalli. Oltre il nostro paese, il trasporto con i mezzi si faceva più difficoltoso. Ladeltejo, Tiglio, era collocato su una sorta di sperone e verso nord la strada presentava una forte discesa, che diventava forte salita per chi transitava verso Cividale. Si trattava di un percorso sterrato, piuttosto tortuoso. Nonostante la scarsa attenzione che si dava alla manutenzione della strada, questa era percorsa da numerose persone. Il Medioevo friulano era anche un'era di viaggi e viaggiatori. Lungo la nostra strada sono transitati sovrani, prelati, mercanti, pellegrini e molta gente locale. Chi veniva da lontano, generalmente viaggiava in gruppi. Le persone erano sedute sul dorso di un animale, mentre la mercanzia procedeva sul dorso di un altro animale al seguito. Infatti il cattivo stato della strada favoriva il trasporto di merci a dorso d’animale piuttosto che su ruote. La manutenzione del tracciato era stata affidata per luogo ai vari domini, con risultati a volte disastrosi. Per raggiungere Cividale, Aquileia o il paesello di Udine c’erano dazi da pagare. Si viaggiava per fini commerciali. Si viaggiava per settimane e settimane, anche per mesi e l'incolumità fisica durante questi grandi spostamenti non era garantita, tra briganti e animali feroci. Il superamento delle Alpi era molto più agevole attraverso la nostra valle rispetto alla Canal del Ferro, spesso interessata da frane e con la presenza di numerosi guadi non sempre transitabili. Si raggiungeva facilmente la valle della Sava…

mezzana
mezzana
tiglio
tiglio
 
home storia e attualità statuto eventi opinioni gallery webcam foto settimana meteo contatti video