ponteacco
Ricerca News per Anno
ponteacco  

13/11/2018 :

Casa dolce casa (1/2). Il patrimonio edilizio di Ponteacco è costituito da un gruppo di case del ‘700-‘800, a loro volta costruite su precedenti vecchi edifici, combinati alla bell’è meglio, altre dell'inizio '900. Ci sono numerose case degli anni ’60-’70 ed altre di recente costruzione. Quelle di cinquant’anni fa furono costruite da muratori del paese, quelle di oggi da imprese anche esterne, con una normativa rivoluzionaria che, prima della concessione edilizia, prevede un’indagine geologica, il computo esatto della quantità di ferro da inserire nei cementi, i progetti dei vari impianti che contemplino anche la produzione di energia rinnovabile, il permesso di allacciamento alla rete fognaria; all’impresa appaltatrice sono richiesti mille adempimenti, attestati e dichiarazioni quali il DURC (Documento di regolarità contributiva), l’attestato di superamento dei corsi di Pronto soccorso, di sicurezza, antiincendio, l’abilitazione per la posa dei ponteggi, della gru. In un cantiere dev’essere presente l’estintore, la cassetta di sicurezza, il WC, il box per la custodia degli attrezzi e dei beni personali, i documenti dei dipendenti, la segnaletica di sicurezza, la “linea di vita” per assicurare i lavoratori ad un cavo metallico posizionato sopra il tetto, al quale si devono agganciare per evitare cadute. Poi guanti, caschi scarponi di sicurezza anche se la temperatura al sole superi i 40 gradi. Con tutte queste premesse e costi, finalmente si può dare l’avvio ai lavori. Due concezioni agli antipodi nel solo arco di 50 anni, dove i ponteggi erano costituiti da tronchi di alberi, dove vigeva la regola di lavorare sul bordo dei tetti privi di alcuna protezione. Vediamo com’è cambiata la struttura della casa in questo mezzo secolo …

mezzana
mezzana
tiglio
tiglio
 
home storia e attualità statuto eventi opinioni gallery webcam foto settimana meteo contatti video