Curiosità:
 
ponteaccoponteaccomezzanamezzanatigliotiglio
 
Questo mese...
Novembre, il mese dei defunti, dell’Estate di San Martino, delle feste che dalla fine del mese saranno sempre più vicine, del bellissimo quadro di Bruegel il Vecchio, Il ritorno delle greggi ambientato proprio in questo mese, il “padrone dell’autunno”. Il nome del mese deriva dal latino, november, novembris, da “novem” (nove). Un’occhiata al calendario: il 13 è la Giornata mondiale della Gentilezza, il 20 dei Diritti dell’Infanzia, il 25 contro la violenza sulle donne. Oltre alla Commemorazione di Tutti i Santi e dei Defunti, la Chiesa cattolica in questo mese festeggia San Martino (11) e Sant’Andrea Apostolo (30). Il Sole: le giornate si accorciano di 59 minuti. L’attività solare di questi ultimi periodi è molto bassa, infatti la sonda “SDO/HMI-Continuum” ha inviato ieri l’ultima immagine del Sole: una sfera perfetta! La Luna: è in apogeo il 14 alle h. 17:00, è in perigeo il 26 alle h. 13:00; è calante fino al 06 e dal 24 al 30; è crescente dall’08 al 22. L’Oroscoponteacco. Iniziamo con il segno del mese: Scorpione. Mondo del lavoro: flessibilità per avere la meglio su un capo intransigente; Sagittario: giornate animate da piacevoli sorprese e graditi incontri. Relax. Capricorno: fate di necessità virtù: questo mese dovete cercare di volare basso; Acquario: mese sereno. Pianificate con accortezza le spese del mese prossimo; Pesci: piacevoli momenti di tenerezza e complicità; Ariete: le parole d’ordine di questo mese sono: guardate avanti con fiducia; Toro: tenete sotto controllo i malumori in famiglia. Mese pernicioso per i rapporti tra parenti; Gemelli: vi muoverete con scioltezza e destrezza in nuovi ambienti e situazioni; Cancro:attenzione questo mese perché la suscettibilità supererà il livello di guardia; Leone: fate attenzione a non trascurare i doveri quotidiani come portare la legna, comprare pane-latte ogni giorno, apparecchiare …; Vergine: il trapianto di sentimenti (e affetti) da una parte all’altra potrebbe mettervi in ginocchio. Sia la vostra stampella per proseguire questo mese; Bilancia: per coloro che cercano disperatamente amore, beh, questo mese appare ricco di risorse. Buon mese a lettrici e lettori! [02.11.2018].

Lo sapevi che...
Eugenio Blanchin (il cognome fu poi italianizzato in Blanchini) nacque il 7 marzo 1863 a Biacis di Pulfero da Giovanni e Maria Rosa Podrecca. Di famiglia profondamente religiosa, entrò in seminario nel 1874 e nel 1886 fu ordinato sacerdote. Don Blanchini fu assegnato a diverse parrocchie delle Valli del Natisone dove rimase solo brevi periodi, poi nel 1887 chiese di essere inviato in qualità di cappellano a Santa Maria La Longa per motivi di salute. Dal 1890 al 1899 fu vicedirettore dell’orfanotrofio Tomadini di Udine. Mori a UD nel 1921 a causa della sua salute malferma.
Il Teatro Nuovo Giovanni da Udine è il maggiore teatro della città. È intitolato al celebre pittore Giovanni da Udine (1487-1561); l'edificio, progettato dall'ingegnere Giuliano Parmegiani e dall'architetto Lorenzo Giacomuzzi Moore, è stato inaugurato il 18 ottobre 1997 con l'ottava sinfonia di Gustav Mahler.
Giorni fa abbiamo sentito parlare, per le vicende del maltempo, della Val Degano o Canale di Gorto (Cjanâl di Guart in lingua friulana) è una delle sette valli della Carnia. Ha direzione Nord-Sud ed è attraversata dall'onomimo torrente, che nasce a Forni Avoltri, in località Pierabech per poi gettarsi nel Tagliamento tra Enemonzo e Villa Santina. La lunghezza della valle è di circa 31 km. Il principale affluente è il Torrente Pesarina (affluente di destra) ad Entrampo. L'intera valle è percorsa dalla Strada Statale 355. I comuni della Val Degano sono: Forni Avoltri (Fôr Davuàtri), Rigolato (Rigulât), Comeglians (Comelians), Ovaro (Davâr) e Raveo (Ravie).

Visitatori del nostro sito, mese precedente:
Ottobre 2018: visite totali: 5.363; pagine sfogliate: 12.023.

Prossima S.S. Messa in chiesa:
Sabato 01 dicembre alle 18:00 in cappella

Turni al Centro:
Domenica prossima: Graziella & Marcello

Buttata lì:
Domani sera alle 19:00 al Centro si celebrerà la messa in ricordo di Sergio Chiacig a un anno dalla scomparsa.
Dopodomani riunione del Consiglio direttivo della Pro Loco. Si discuteranno i dettagli delle prossime iniziative di dicembre.
Stasera appuntamento con la lezione di yoga.

Curiosità dal circondario:
Si sta predisponendo l'ormai tradizionale Mercatino di natale di San Pietro al Natisone. Si svolgerà il 07 e 08 dicembre nella palestra e adiacenze.
La manifestazione Invito a pranzo nelle Valli continuerà ancora tre settimane. I ristoranti aderenti in genere sono soddisfatti delle presenze e delle prenotazioni, seppur si nota un lieve calo rispetto all'anno scorso.

Dai giornali europei :
[Giornali europei del 13.11.2018]: Kurier, Wien: ieri l’Austria ha celebrato i 100 anni della Repubblica. Alle 12:00 dello stesso giorno del 1918 (era un lunedì), l’imperatore Karl I von Habsburg firmava l’abdicazione chiudendo così la gloriosa storia degli Asburgo. Una significativa cerimonia si è svolta ieri all’Opera di Vienna, alla presenza del Presidente Alexander van der Bellen, del Premier Sebastian Kurz e del Corpo diplomatico accreditato in Austria. Il Presidente ha detto sottolineato il senso comune nella politica austriaca, quello di "Cercare un consenso in democrazia che non significa il solo esercizio del potere da parte della maggioranza, ma che i dissidenti sono partner, non nemici. Il nostro luogo comune oggi si chiama Europa". Delo, Ljubljana: regolamento di conti tra adolescenti. L’episodio è successo ieri alle 13:06 in pieno centro a Murska Sobota, davanti al negozio “Blagovnica”. Un 16enne ha colpito con un oggetto appuntito (coltello o cacciavite) altri 2 coetanei. Il movente dell’aggressione non è noto e potrebbe rientrare appunto nel cosiddetto “regolamento di conti tra persone”. Il ragazzo è stato trattenuto in Questura, mentre le condizioni dei feriti, ricoverati al locale ospedale, non destano preoccupazioni. Il tempo in Europa ieri alle 15:00: Linz/AT: sereno; Nicosia (Λευκωσία)/CY: sereno; Århus/DK: quasi coperto; Lendinara/VEN: parzialmente coperto; Oznebrida/VdN: coperto. L'osservazione è ritardata di qualche ora poiché a ovest, alle 07:00, in molte località è ancora notte.

La nostra lingua:
La vanvera era un curioso oggetto che nel '600-'700 era posizionato ai glutei. Aderiva come uno stura-lavandino e con un serbatoio finale. Lo scopo della vanvera era quello di raccogliere le emissioni gassose intestinali che, convogliate in questa specie di camera, dotata anche di un miscuglio di foglie aromatiche, permettevano di liberarsi senza rumore e senza fetori (considerati in quel tempo portatori di malattie). La vanvera era nascosta sotto le capienti gonne delle gentildonne. La versione da camera prevedeva un lungo tubo che terminava alla finestra. Da qui il modo di dire: "non parlare a vanvera: non dire cose senza senso, non parlare con il deretano [11.11.2018].

Vita Civica:
Quando un omicidio è commesso di propria iniziativa, solo per porre fine alla sofferenza di una persona malata terminale, questo non può essere considerato come qualsiasi altro omicidio. In casi simili si discute l’applicabilità dell’attenuante prevista dall’articolo 62 del Codice penale, ovvero quella di aver agito per motivi di particolare valore morale e sociale. La Corte di Cassazione, però, ha escluso che possa trovare applicazione tale diminuente, in quanto la stessa richiede che il motivo che determina l’azione illecita sia espressione del comune sentire sociale e ciò non può dirsi in merito a tematiche oggetto di ampi dibattiti quali l’eutanasia e i trattamenti di fine-vita [aggiornamento settimanale: 11.11.2018].

Questione di numeri:
43.000 sarebbero le famiglie friulane povere che potrebbero ottenere il reddito di cittadinanza, pari al 7,4% delle famiglie.

Cibi - contorni e dintorni:
In questi ultimi tempi assistiamo ad una rivalutazione del bollito misto, che ha costituito per generazioni il piatto domenicale delle Valli, per chi poteva permettersi la carne, naturalmente. In alcune case del nostro paese ancora si mangia il lesso, rigorosamente di domenica o per le feste comandate. Il caldo piatto di carni può essere servito con molte salsine, soprattutto dalla crema di kren, che ha la proprietà di “aprire le vie respiratorie” grazie al suo inconfondibile sapore. INGREDIENTI per 6 persone: 500 gr di biancostrato di manzo, ½ gallina, 800 gr di cappello del prete (spalla o polpa di spalla di bovino), 800 di reale di manzo, 1 grossa cipolla, 2 carote, 2 coste di sedano con foglie, 1 pomodoro, 1 spicchio d’aglio, gambi di prezzemolo, 1 foglia di alloro, 2 chiodi di garofano, pepe in grani, sale grosso. PREPARAZIONE: in una capace pentola si trasferiscano tutte le verdure preparate, 2 cucchiai di sale grosso. Si versino 4-5 litri di acqua fredda. Si immerga nell’acqua il biancostrato e la mezza gallina e si porti lentamente a bollore. Si tolga la schiuma di superficie di tanto in tanto con un mestolo forato. Dopo 10 minuti di cottura a fuoco basso, si immergano il “cappello del prete” e il reale di manzo. A fuoco basso, si prosegua con la cottura a coperchio seminascosto e per almeno 2h e ½ . Alla fine le carni dovranno risultare morbide ma non disfatte. Si aggiunga acqua bollente per compensare quella evaporata. A fine cottura, si taglino le carni e fettine e si creino le porzioni della gallina. La carne si adagi in una pirofila ben calda, anche lasciando sul fondo un dito di brodo. Predisponete le salse gustose da abbinare alla carne [aggiornamento settimanale: 11.11.2018].

Salute e bellezza: Il sangue dopo il pasto. Il valore che cambia con più rapidità dopo aver mangiato è la glicemia (concentrazione del glucosio nel sangue). Entro una ora dall'inizio del pasto si raggiunge il valore più elevato, chiamato picco glicemico, accompagnato dal picco dell’insulina, ormone del dopo pasto, dell'accumulo di grasso, della sensazione di fame. È bene tenere basso il valore della glicemia post prandiale per recuperare il giusto peso forma e per vivere in salute. Consiglio di dotarsi di un glucometro e di eseguire la ricerca della glicemia post-prandiale mediante digito puntura entro una ora dall'inizio del pasto. I valori indicativi sono i seguenti: stare sempre sotto 130 mg/ 100 ml. I trigliceridi aumentano nel sangue più tardi rispetto alla glicemia: dopo tre ore dall'inizio del pasto. I trigliceridi sono molecole composte con acidi grassi alimentari e sono trasportati nel sangue attraverso una lipoptoteina detta “VLDL” che parte dal fegato e va verso tutte le nostre cellule. Scarica i trigliceridi nelle cellule e si trasforma in LDL- colesterolo (colesterolo cattivo). L'aumento dei grassi nel sangue è più lento rispetto alla glicemia [aggiornamento settimanale: 11.11.2018, box di L.M.].