Curiosità:
 
ponteaccoponteaccomezzanamezzanatigliotiglio
 
Questo mese...
Marzo pazzerello guarda il sole e prendi l'ombrello. È terzo mese dell’anno. Il nome del mese deriva dal latino Martius, divinità alla quale si attribuiva il buon esito del raccolto primaverile e della guerra. La pietra del mese è l’acquamarina, mentre sono tre i colori dedicati a questo mese: il bianco, l’azzurro e il verde-acqua. Un’occhiata al calendario: il 14 era il Giorno del pi greco, basato sul fatto che in inglese le cifre del numero (3-14) possano essere lette come l'omonima data; il 21 è convenzionalmente la data dell'equinozio di primavera, sebbene il giorno esatto possa variare di anno in anno: quest’anno il 20 alle 21:58. Il 31 entrerà in vigore l’ora legale pertanto sposteremo le lancette avanti di un’ora. In pomeriggio del 31 elezione del nuovo Consiglio della Pro Loco. Il Sole: è in Ariete. Le giornate si allungano di 1h25’. La Luna: sarà calante fino al 31. L’Oroscoponteacco del mese: Pesci: sciogliete le vostre riserve su un argomento che vi sta a cuore. Prendete in mano il libro dimenticato e finite di leggerlo; Ariete: vita sociale brillante per questo mese. Forse sarà superata la crisi affettiva; Toro: affrontate con sicurezza le possibili sfide del mese; Gemelli: amore appagante per i residenti a Ponteacco, mentre per gli altri ci sarà qualche dubbio nel lavoro; Cancro: nuovi contatti aiutano la vostra professione, qualunque essa sia; Leone: evitate le polemiche che disturbano la serenità di coppia; Vergine: potete già progettare un salutare soggiorno marino per la prossima estate: vi farà da stampella per la salute; Bilancia: sereno l’amore. Possibili investimenti redditizi: da valutare, fatevi consigliare da esperti disinteressati; Scorpione: le idee sono chiare, ma non fatevi prendere dalla fretta; Sagittario: i rapporti con gli altri saranno fonti di gioia; Capricorno: cimentatevi in qualcosa di creativo, di innovativo, di stimolante; Aquario: nel corso di queste settimane godrete di un fascino particolare. Stupirete! Buon mese a lettrici e lettori [06.03.2019].

Lo sapevi che...
La cimice marmorata (Halyomorpha halys) è il flagello del Friuli. Da quando è stata avvistata per la prima volta nel codroipese nel 2014, si è estesa in breve a tutti il Friuli procurando ingentissimi danni su meli, peri, peschi, mais e soia. Con un inverno così mite, che lascia il posto proprio in queste ore alla primavera, praticamente mai è andata in letargo. Non ha antagonisti naturali e si riproduce più volte nel corso dell’anno. Gli agricoltori sono preoccupati poiché rappresenta la principale avversità in frutticoltura. Gli insetticidi che si potrebbero utilizzare per combattere questo parassita sono ad ampio raggio e colpiscono altri insetti utili come le api, oppure gli stessi antagonisti che dovrebbero controllarla.
L’organo della chiesa parrocchiale di Casarsa della Delizia è un autentico gioiello tra gli strumenti musicali della regione. Fu costruito da Beniamino Zanin. Inaugurato nel 1896, possiede 11 registri alla tastiera, 5 alla pedaliera e 6 alla pedaliera di combinazione.
Giuseppe Battiston (Bepo Batiston di Morteàn) è ancora ricordato nella cittadina della Bassa, a quasi 50 anni dalla sua scomparsa. Era la macchietta della cittadina, aveva sempre qualcosa di interessante da raccontare, come le sue avventure di caccia, nelle quali ne avrebbe provate di tutti i colori. Girava sempre scalzo, aveva la pelle “a corteccia”. Girava con un cane da caccia che, stando ai racconti, mai avrebbe visto una selvaggina. Un cacciatore romantico, un idealista della doppietta, innamorato dei luoghi di palude, di bosco e di campagna.

Visitatori del nostro sito, mese precedente:
Febbraio 2019: visite totali: 4.610; pagine sfogliate: 10.722. Anno 2018: visite totali 61.222, pagine sfogliate: 137.552.

Prossima S.S. Messa in chiesa:
sabato 06 aprile alle 18:00 in cappella.

Turni al Centro:
Domani: Claudia & Paolo.

Buttata lì:
Dopo la posa della tubatura del gas metano per le vie del paese, la qualità del manto asfaltato della via principale di Ponteacco è decaduta in modo quasi indecente. La ditta ha eseguito un lavoro del tutto inadeguato alle esigenze del paese. È sconnesso, ondulato, ricco di avvallamenti e buche.

Curiosità dal circondario:

Dai giornali europei :
[Giornali europei del 22.03.2019]: Politiken, København: il sindaco della capitale danese, Ninna Hedeager Olsen, farà recapitare oggi al direttore generale dei servizi comunali Pernille Andersen la lettera di licenziamento in tronco per tutta una serie di scandali amministrativi che hanno gettato il Municipio in discredito nei confronti dell’opinione pubblica. Paga milionaria in DKK, non è bastato per far fronte ai suoi impegni amministrativi. C’è anche una lunga relazione di manifesta incapacità lavorativa. Nota: provvedimenti analoghi nella città di Roma porterebbero allo svuotamento dei palazzi. Kleine Zeitung, Klagenfurt; trasfusione con sangue infetto da malaria, morta una 86enne all’Elisabethenkrankenhaus di KLGF. È ignoto il donatore e sono in corso serrate indagini. All’ospedale del capoluogo carinziano sono giunti sul posto alcuni medici epidemiologi da Vienna che hanno assistito all’autopsia di ieri pomeriggio ed hanno provveduto a raccogliere dei campioni di tessuti. Aperto un fascicolo in Procura. <---Il tempo in Europa alle 07:30 (i nomi delle località sono espressi in forma originale): Saarbrücken/DE: sereno; Celje/SI: sereno; Thessaloniki (Θεσσαλονίκη)/GR: molto nuvoloso; Peschiera del Garda-Pischéra/VEN: sereno; Canalutto-Cjanalut-Skrila/VdN: sereno.

La nostra lingua:
Eureka! è un’esclamazione che deriva dal greco e significa “ho trovato”. È un’espressione di giubilo, per essere riusciti a trovare la soluzione ad un problema assillante e complicato. Fu Archimede (287 a.C. -212 a.C.) ad usare questa frase proprio mentre faceva il bagno nella vasca e scoprì il principio fisico che recita: un corpo immerso nell’acqua riceve una spinta verticale dal basso verso l’alto dell’intensità pari al peso di una massa di fluido di forma e volume uguale a quella della parte immersa del corpo [aggiornamento nei giorni dispari: 2.03.2019].

Vita Civica:
Questa settimana di occupiamo di perquisizione personale e in merito, approfondiamo cosa dice il Codice. La Polizia può legittimamente controllare e perquisire una persona per strada, a piedi o con qualsiasi mezzo di trasporto, quando il soggetto assume un atteggiamento sospetto, facendo ritenere ragionevolmente che addosso o sul mezzo possano rinvenirsiarmi, munizioni, materiale esplosivo o sostanze stupefacenti detenuti illegalmente. La situazione necessaria ed urgente non consentirebbe di avvisare il sostituto procuratore di turno per ottenere un provvedimento, per cui i poliziotti possono procedere di loro iniziativa redigendo alla fine un verbale da consegnare il copia alla persona perquisita [aggiornamento settimanale: 17.03.2019].

Questione di numeri:
2.000.000 di Euro in media è quanto spende ogni anno il maschio friulano per i prodotti specifici di cosmetica, settore in crescita fortissima, oltre alla spesa di barbiere ed estetista (cura dei baffetti a fil di rasoio, basette, baffi e sopracciglia).

Cibi - contorni e dintorni:
Questa settimana entriamo in primavera e abbiamo pensato di proporre alle lettrici e lettori la ricetta della torta primavera, un dolce gustoso che si abbina a quest’esplosione di fiori, colori e sapori. INGREDIENTI PER UNA TORTA Ø 26 CM.: 300 gr di farina “00”, 200 di zucchero, 4 uova intere, 4 cucchiai di acqua minerale Goccia di Carnia, vanillina o aroma di vaniglia. Per la crema: 150 gr di farina o amido di mais, 420 di zucchero, 18 tuorli (si possono utilizzare anche 10 tuorli, anzi, meglio, altrimenti sa di uovo!), 1 litro e mezzo di latte, 200/250 gr circa di crema al pistacchio. Per farcire: granella al pistacchio, “E” colorante alimentare rosa da unire alla crema pasticcera, acqua e zucchero a velo per la bagna. PREPARAZIONE IN 25 MOSSE: 1. preparare il pan di spagna due giorni prima. 2. Versare nella planetaria solo i tuorli con lo zucchero e 4 cucchiai di acqua e montare per circa 20/30 minuti fino ad ottenere un composto spumoso. 3. Montare a neve gli albumi ma non troppo fermi ed unirli ai tuorli aiutandovi con una spatola. 4. Unire la farina setacciata e l’aroma di vaniglia, mescolando con una spatola senza smontare. 5. Imburrare ed infarinare una tortiera da 26 cm e versare il composto battendo bene la teglia così da far fuoriuscire l’aria in eccesso. 6. Cuocere per circa 40/50 minuti a 180° circa (dipende anche dal tipo di forno, il mio è elettrico statico e impiega molto a cuocere quindi devo mantenere una temperatura più alta. 7. Far raffreddare il dolce toglierlo dalla tortiera e rivestirlo con pellicola alimentare e farlo riposare una notte intera. 8. Il giorno dopo preparare la crema: 9. In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, unire la farina e poco latte. 10. Far bollire il latte aromatizzato alla vaniglia e unirlo a filo al composto di uova e farina. 11. Mescolare fino a sciogliere completamente il tutto. 12. Rimettere sul fuoco a fiamma bassa, in una casseruola pulita e mescolare di continuo fino a che la crema rapprenda, chiudere appena bolle (qualcuno continua a girare per 5 minuti ma quando inizia a bollire unisce poco latte). 13. Far raffreddare completamente la crema pasticcera, meglio se su un piano pulito. 14. Lasciare da parte 1/3 di crema. 15. Unire 2/3 di crema con crema di pistacchio (io crema di pistacchi di Bronte) e mescolare bene senza formare grumi (altrimenti poi vi tocca toglierli passando la crema al setaccio!) 16. Tagliare il dolce in 3 strati. 17. Se volete ottenere delle fette più compatte e monocolore, togliete la crosta esterna al dolce. 18. Riempire un sac à poche con la crema ottenuta. 19. Bagnare il primo strato di dolce con un composto di zucchero a velo e acqua, e formare uno strato di crema fare la stessa cosa per il secondo strato. 20. Il terzo strato bagnatelo un po’, e poi rivestire il dolce della restante crema al pistacchio. 21. Rivestire il dolce di granella di pistacchio facendola ben aderire ai bordi aiutandovi con un tarocchino. 22. Prendere un po’ di crema pasticcera e colorarla di rosa. 23. Versare prima il rosa facendo una linea spessa verticale in un sac à poche con la bocchetta a stella e poi unire il resto della crema così da fare le rose sfumate. 24. Formare delle rose sopra il dolce, e poi decorare a piacere. 25. Lasciare riposare in frigo fino al momento di servire [aggiornamento settimanale: 17.03.2019].

Salute e bellezza: Problemi emotivi, difficoltà economiche e crisi di varia natura possono influire negativamente sulla nostra salute, sia fisica che mentale. È importante mantenersi forti di spirito e sani di mente, e a tal proposito si possono effettuare delle pulizie energetiche: semplici rituali che aiutano ad eliminare energie e vibrazioni negative. Il sale ha sempre avuto un profondo potere simbolico, ed è stato usato come agente purificatore per eliminare energie negative da secoli. In tutti i rituali per invocare spiriti si usava tracciare un cerchio magico con il sale, affinché la persona che vi si trovava all’interno restasse in un luogo sicuro e libero da negatività. Ingrediente indispensabile in cucina, il sale protegge, purifica ed elimina le energie negative. Di seguito ti spieghiamo come usarlo. Pulizia: metti mezzo limone negli angoli di casa, e versa su di esso un pizzico di sale grosso. Il sale può assorbire le energie negative, eliminandole in una settimana. Energie negative: riempi un bicchiere di vetro con alcool etilico, nel quale far sciogliere un cucchiaio di sale. Metti questo bicchiere in un qualsiasi punto della stanza [aggiornamento settimanale: 17.03.2019, box di L.M.].